Blog

Bio Bank

Il bio in vetrina: trend 2019, eccellenze e novità

Il megatrend, i 20 Trend Bio Bank, 162 eccellenze e novità bio in 100 pagine. Dagli alimenti alla cosmesi.

di Rosa Maria Bertino – 1° aprile 2019

Biologica, multimediale, durevole
Bastano tre aggettivi per definire Vetrina Bio Bank.
Biologica, perché presenta solo prodotti biologici certificati. È questo il raggio d’azione e la specializzazione di Bio Bank fin dalla sua nascita nel 1993.
Multimediale, perché è sia digitale (in italiano e in inglese), sia cartacea, con diffusione mirata in vari canali distributivi. Inoltre, gran parte dei contenuti è consultabile anche sul portale biobank.it, sempre in italiano e in inglese.
E infine durevole, caratteristica distintiva in un mondo dove l’informazione si brucia in fretta, perché sempre consultabile su Issuu. Come i report digitali Bio Bank, seguiti da migliaia di operatori, con tempi di lettura significativi per il web.
Una nuova pubblicazione annuale, con un diverso punto di vista su trend, eccellenze e novità del bio: 20 trend del bio dagli alimenti alla cosmesi, 162 prodotti tra eccellenze e novità, 140 aziende in primo piano, le regole della certificazione, gli organismi e gli standard.


I 20 Trend Bio Bank 2019
Delineati da Bio Bank 5 trend trasversali che dominano sia gli alimenti, sia cosmesi e detergenza, 10 trend per gli alimenti e 5 per cosmesi e detergenza.

5 Trend Trasversali
#Origine – nel mercato globale cresce la richiesta di prodotti italiani, regionali, locali
#Veg – inarrestabile la crescita dei consumi di prodotti vegetariani e vegani
#BabyKids – spesso il bio entra nel consumo famigliare con la nascita di un bimbo
#DeGustibus – cambiano gusti e bisogni, assortimenti sempre più ampi e profondi
#Sostenibile – ridurre l’impatto ambientale a 360° per l’intero ciclo di vita del prodotto

10 Trend Alimenti
#Senza – a trainare le vendite sono i prodotti senza glutine e senza lattosio
#RiccoDi – tra i più gettonati: ricco di fibre, integrale, fonte di proteine vegetali
#Superfood – superstar curcuma e zenzero, si trovano ovunque!
#GraniAntichi – apprezzati perché senza modifiche genetiche e con meno glutine
#CibiFermentati – si cerca sempre di più il benessere generale con la salute dell’intestino
#Biodinamico – eccellenza del bio made in Italy, apprezzato in Italia, richiestissimo all’estero
#Etico – tris vincente: lavoro dignitoso, inclusione sociale, contrasto alle mafie
#AntiSpreco – sempre di più parola chiave dei consumi
#FattoinCasa – si ritorna ai fornelli per mangiare più sano, risparmiare, stare insieme
#PiattiPronti – soluzione giusta per chi non ha tempo e vuole conciliare gusto e salute

5 Trend Cosmesi
#Antiage – naturalissimi elisir per un viso più tonico, elastico e luminoso
#Urban – per la beauty routine fioriscono creme, sieri e fluidi versatili, multiuso e multifunzione
#Detox – la risposta giusta ai nemici della pelle: stanchezza, stress e smog
#EsoticoEquo – esotico sì, ma nel bio è soprattutto con ingredienti da filiere equosolidali
#Ipoallergenico – perché aumentano le pelli sensibili, bersaglio privilegiato il viso e le mani.

Il megatrend? Less is more!
Ma se volessimo riassumere in uno solo i venti trend del bio delle pagine seguenti, sceglieremmo quello di Ludwig Mies van der Rohe, geniale architetto tedesco del Novecento. Con la filosofia del less is more, ha rivoluzionato il mondo dell’architettura e del design e ispirato un ritorno all’essenziale anche in altri ambiti, da quello tecnologico alla moda.
Da tempo l’imperativo ètogliere. Togliere sostanze nocive, sgradite, potenzialmente rischiose dal piatto, dai cosmetici, dai detersivi. Uno sfoltimento inarrestabile, spinto da una maggiore attenzione verso la salute e l’ambiente.
Ma ora si accorciano le liste ingredienti anche nei prodotti biologici ed ecologici. È più virtuoso chi fa ottimi prodotti, di qualità e innovativi, con la lista ingredienti più corta. Per non parlare dell’evoluzione in atto sul packaging: riciclato, riciclabile, riutilizzabile, ricaricabile, biodegradabile, antispreco, senza plastica o con nuovi materiali in sintonia con la filosofia del contenuto.
More from less...